Cerca
 

Iniziativa Popolare: le tre proposte di Legge promosse dal Ncd

26 giugno 2014 – Fisco, Giustizia e Semipresidenzialismo: su questi temi il Nuovo Centrodestra ha presentato tre proposte di Legge di iniziativa popolare. Oltre ai testi delle proposte di Legge, nelle pagine di ogni proposta sono presenti tutti i moduli per le autenticazioni da parte dei Sindaci e dei Consiglieri Comunali, per i permessi per la raccolta delle firme, i vademecum con le spiegazioni utili su ognuna delle tre proposte.

Per approfondire, clicca sulle immagini delle singole proposte di Legge 
legge iniziativa popolare fisco ncd

PROPOSTA SUL FISCO

1. UNICA ALIQUOTA UNICA PARI AL 20%
sui redditi da lavoro e da pensione delle persone fisiche

2. TASSAZIONE ZERO FINO A 7.000 EURO PER TUTTI

3. DETRAZIONI FISCALI PROPORZIONALI
AL NUMERO DI FAMILIARI A CARICO:

4.500 euro per il primo familiare a carico
+ 3.000 euro per il secondo
+ 2.000 euro per il terzo
+ ulteriori 2.000 euro per i successivi familiari a carico

ad esempio, una famiglia bi-reddito con tre figli potrebbe godere di un’area di completa esenzione fiscale fino a 23.500 euro l’anno!

PERCHE’ LA PROPONIAMO:
Semplificazione del sistema fiscale
+
Riduzione della pressione fiscale
=
più crescita economica
più produttività
meno evasione
=
più gettito per lo Stato

 

legge iniziativa popolare sulla giustizia

PROPOSTA SULLA GIUSTIZIA

1. PARITÀ FRA ACCUSA E DIFESA
2. GIUDIZIO TERZO E IMPARZIALE
3. DISCIPLINA DELL’AZIONE PENALE
4. RESPONSABILITÀ ANCHE PER I MAGISTRATI
5. STOP ALLE DEGENERAZIONI PORTATE DALLE CORRENTI E ALLE LOGICHE POLITICHE ALL’INTERNO DELLA MAGISTRATURA
6. STOP ALLA GIUSTIZIA DOMESTICA
7. SEPARAZIONE DELLE CARRIERE TRA GIUDICI E PUBBLICI MINISTERI

PROPOSTA SULLA FORMA DI STATO

1. ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA CON SUFFRAGIO UNIVERSALE DIRETTO
2. DIRITTO DI VOTO A 18 ANNI
3. DIRITTO DI ESSERE ELETTI A 40 ANNI
4. DISCIPLINA SULLE INELEGGIBILITÀ E INCOMPATIBILITÀ PIÙ RIGIDA PER IMPEDIRE CONFLITTI DI INTERESSI
5.  IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA NOMINA IL PRIMO MINISTRO, E SU SUA PROPOSTA NOMINA E REVOCA I MINISTRI.
6.  IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PRESIEDE IL CONSIGLIO DEI MINISTRI
7. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA RIMANE IN CARICA PER 5 ANNI E PUÒ ESSERE RIELETTO UNA SOLA VOLTA